Potare alberi

Potare alberi

Le potature sono da ritenersi interventi non opportuni per il naturale sviluppo degli alberi, sono pertanto da considerarsi delle eccezioni nell’ordinaria gestione del patrimonio  arboreo.

Le operazioni di potatura, laddove ritenute necessarie e non evitabili, dovranno essere svolte nell’ottica della preservazione degli esemplari arborei, secondo le riconosciute tecniche di arboricoltura e secondo le obbligatorie prescrizioni di sicurezza.

Le potature devono essere eseguite preferibilmente durante il periodo di riposo vegetativo dell’albero, e comunque entro il 20 Marzo, ma sono permesse potature verdi per interventi cesori di piccolo diametro (inferiore ai 10 cm).

E’ fatto divieto di effettuare potature drastiche o capitozzature, intendendo con potature drastiche tutte quelle che compromettono in maniera irreversibile la struttura delle piante, ad esempio tagli che interrompono la crescita apicale del fusto.

Le potature drastiche e smisurate o le capitozzature non consentite verranno perseguite quali danni biologici alla vegetazione protetta.

Approfondimenti

Capitozzatura della chioma

E’ vietato in ogni caso l’intervento di capitozzatura della chioma, fatte salve le seguenti eccezioni:

  • per le piante di Salice e Gelso (potatura a testa di Salice)
  • per le piante di altre specie se trattasi di piante già precedentemente capitozzate o all’interno di filari di piante già in passato capitozzate, motivando l’intervento da relazione tecnica e comunque previa autorizzazione da parte del Comune.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Ambiente
Ultimo aggiornamento: 14/08/2019 17:24.35