Alloggi in edilizia convenzionata

Alloggi in edilizia convenzionata

L'edilizia convenzionata è una forma particolare di edilizia residenziale promossa da soggetti pubblici e privati e attuata da operatori privati, come cooperative, imprese di costruzione, fondi di investimento. È una forma di accordo che ha lo scopo di soddisfare le esigenze abitative di determinate fasce sociali.

L'edilizia convenzionata si basa su specifiche normative e su una convenzione stipulata con l’Amministrazione comunale in cui si stabiliscono:

  • le caratteristiche urbanistiche degli interventi
  • il prezzo di cessione/affitto degli alloggi
  • i requisiti soggettivi richiesti a chi acquista/affitta questi alloggi.

L'assegnazione o la vendita degli alloggi di edilizia convenzionata sono effettuate direttamente dall’operatore che realizza l’intervento o da soggetti da lui incaricati.

Può succedere che questi alloggi siano realizzati:

  • interamente a carico del committente pubblico
  • grazie a convenzioni con l'imprenditore privato che si impegna a costruire un dato numero di alloggi, a proprie spese, da vendere a determinate condizioni che si definiscono appunto "convenzionate".

Approfondimenti

Piani PEEP

I Piani per l’Edilizia Economica e Popolare (PEEP) sono dei piani urbanistici istituiti dalla Legge 18/04/1962, n. 167, art. 1 finalizzati alla definizione di zone da destinare alla costruzione di alloggi a carattere economico o popolare e alla realizzazione delle relative opere e servizi complementari, urbani e sociali.

In Comune di Lissone…

Con Deliberazioni di Consiglio comunale n. 38 del 20/07/2007  e n. 307 del 26/09/2007,  per i lotti ricadenti nel Piano consortile denominati  LS1, LS2,LS3, e LS4, nonché con Deliberazione di Giunta comunale 13/05/2015, n. 191 del e Deliberazione del Consiglio comunale del 24/06/2015, n. 55, per i lotti ricadenti nel Piano Consortile denominato  2LS,  l’Amministrazione comunale ha avviato le procedure, ai sensi della Legge del 23/12/1998, n. 448, per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e per l’eliminazione dei vincoli del diritto di proprietà attraverso la stipula di una nuova convenzione con l’Amministrazione comunale.

Con la trasformazione del diritto si superficie in diritto di proprietà si diventa proprietari, in proporzione ai millesimi dell'area su cui è edificato l'immobile comprese le aree di pertinenza per cui l'alloggio potrà essere venduto/affittato con la piena disponibilità dell'area su cui insiste e a prezzo libero di mercato. Altresì, per gli alloggi già concessi in diritto di proprietà, sarà possibile eliminare i vincoli di vendita ed affitto.

Il costo della trasformazione è individuato in base ai millesimi di proprietà rispetto all’immobile in cui l’alloggio è collocato come definito dalla Legge del 23/12/1998, n. 448, art. 31, com. 48.

Attività correlate

Chiedere la trasformazione del diritto di superficie
I soggetti proprietari di alloggi realizzati in edilizia convenzionata e concessi in diritto di superficie possono chiedere all'Amministrazione la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Casa
Ultimo aggiornamento: 24/08/2021 16:36.51